Scuola d'infanzia per centottanta bambini_ Prato [PO]

LUOGO: Prato (PO)
TIPO: Edilizia scolastica
STATUS: Concorso di Progettazione
ANNO: 2016
BANDITORE: Comune di Prato
PROGETTO: MFa _ Mauro Frate architetti
TEAM: arch. Mauro Frate (capogruppo), con arch. Nicola Rossi, arch. Augusto Andriolo, Piero Vincenti


La trasformazione dell'area rappresenta l’occasione di dare chiara espressione alla relazione tra il sistema del verde che si apre verso il fiume Bisenzio originando un grande luogo del loisir e l'asse stradale di Viale Montegrappa, veicolo di relazioni fra questa parte di città ed i sistemi urbani più consolidati delle aree centrali. La giacitura dei corpi di fabbrica a pianta rettangolare allungata, accostati in una sequenza paratattica semplice, configura un edificio chiaramente orientato, con fronti caratterizzate dagli accessi collegati ai percorsi del parco ed altri fronti affacciate sui giardini di pertinenza. I giardini restano individuati da un recinto che si forma per effetto del prolungamento di alcuni dei muri d’ambito degli edifici stessi, esprimendo con grande forza ed evidenza la continuità tra spazi interni ed esterni. I volumi si ricompongono sotto la grande copertura a falde inclinate continue lasciando così esprimere le peculiarità delle singole parti senza rinunciare all’unitarietà della soluzione figurativa. I due volumi dedicati alle attività didattiche sono giuntati da un volume articolato che si costituisce di tutti gli ambiti di servizio e della distribuzione. Una piccola sala, dotata di ingresso e servizi autonomi, si combina con il Giardino dell’Accoglienza, uno spazio a cielo aperto con una grande copertura pergolata che rappresenta il naturale prolungamento dello spazio Bambini/Genitori e che consente di frapporre distanza fra i disturbi di viale Montegrappa e gli spazi della didattica. Completano la sequenza degli ambiti di servizio da Ovest ad Est : il locale sporzionamento, la sala insegnanti e lo spazio di collegamento fra gli ambiti dedicati alle attività libere. Dal Giardino dell’Ombra si insinuano, a cercare relazioni di contiguità con gli ambiti appena descritti, i Laboratori Verdi, atelier a cielo aperto per piccoli coltivatori. Tutto lo spazio della scuola è comunque pensato come uno spazio educativo, accogliente, significativo in termini articolazione formale senza però rinunciare a quelle caratteristiche di intellegibilità che favoriscono l'orientamento dei piccoli utenti. Il sistema costruttivo a telaio in legno, coerente con l’impostazione modulare del progetto, rende possibile un notevole risparmio energetico, una maggiore velocità di realizzazione ed una forte integrazione tra il progetto architettonico ed il progetto delle strutture e degli impianti.